Webinar Libellula: “L'odio di genere al tempo dei social” 07.07.2021

8 luglio 2021

Ieri 7 luglio nel webinar con le aziende del network abbiamo parlato di odio di genere in rete con Valentina Dodero Ciboldi (Psicologa, Trainer), in un incontro rivolto in particolare ai genitori.

Abbiamo passato in rassegna i «luoghi digitali» più utilizzati dalle nuove generazioni (non solo Instagram, ma anche TikTok, Twitch, Snapchat, app di incontri e piattaforme di gaming online), riflettendo su come la relazione virtuale-reale si inserisca all’interno della fase adolescenziale: una fase della vita caratterizzata da profondi cambiamenti a livello corporeo, cognitivo, socio-emotivo e interpersonale; durante la quale inizia il processo di sviluppo e formazione dell’identità di ragazze e ragazzi.

I dati ci dicono che tra gli adolescenti (11-17 anni) l’85% usa quotidianamente lo smartphone e il 72% naviga su Internet tutti i giorni (tra le ragazze il dato aumenta all’87%). Sono consapevoli della propria privacy? A che tipo di messaggi si espongono quotidianamente?

Sono sempre le statistiche a evidenziare come la violenza di genere online sia purtroppo un fenomeno diffuso: il 32% delle ragazze dichiara di aver subito commenti non graditi a sfondo sessuale, e sono sempre più frequenti i casi di online domination (hate speech, body shaming, revenge porn, sextortion).

Come dialogare con le proprie figlie e i propri figli e prevenire i rischi della violenza digitale?

Abbiamo cercato di individuare alcune strategie utili: per esempio, accettare e rispettare la presenza delle proprie figlie e dei propri figli online, creare un sistema di regole condiviso sull’utilizzo di internet, avere sempre un approccio aperto e non giudicante, riflettere insieme a loro sui modelli di genere e gli stereotipi veicolati nel mondo virtuale.


Link utili:

Generazioni Connesse: https://www.generazioniconnesse.it

Giovani e Media: https://www.giovaniemedia.ch

Progetto Digit.ALL - Young Digital Advocates: https://appdigitall.it

Categorie

Archivio