Una panchina rossa contro la violenza di genere

9 dicembre 2020

La Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne ha, per noi, un significato ancora più profondo per le azioni e i progetti che portiamo avanti tutti i giorni insieme alle aziende che fanno parte del nostro network, ma anche negli ospedali, nelle scuole, nelle istituzioni pubbliche e sul web.In questa giornata, sono state tante le realtà che hanno installato una panchina rossa in prossimità delle proprie sedi, a segnalare il loro impegno concreto nella lotta contro la violenza e la discriminazione di genere.

Tra le aziende e le istituzioni Libellula che hanno inaugurato la propria panchina rossa: Esselunga (Pistoia), Lundbeck Italia (Milano), Gruppo Unipol (Bologna), Studio Lexis (Milano) e l’ASST Gaetano Pini-CTO (Milano). A loro va il nostro ringraziamento per ciò che fanno e per essere al nostro fianco in questo ambizioso progetto.Le panchine rosse sono il simbolo dei progetti di responsabilità sociale che le organizzazioni del nostro network portano avanti, del loro desiderio di dare centralità al problema della violenza e di promuovere, in risposta, una cultura basata sul rispetto e sulla bellezza.

Ma non sono solo un simbolo, la loro rilevanza non si ferma al 25 novembre. Installare una panchina rossa vuol dire porre sul territorio un segno tangibile dell’esistenza di organizzazioni che agiscono contro la violenza e accendere il faro di una realtà differente da quella che molte donne hanno conosciuto.

Ogni panchina dice “no” alla violenza, anche nelle forme meno note o sottovalutate, ma altrettanto dannose.

Sappiamo quanto sia importante sensibilizzare sul tema della violenza a partire dai luoghi di lavoro che non sono altro che ambienti sociali in cui uomini e donne partecipano come persone, portando all’interno tutto il proprio vissuto. Ecco perché è fondamentale costruire un programma di azioni concrete per educare alla bellezza, e valorizzare la cultura.

Per le organizzazioni, infatti, inaugurare una panchina rossa vuol dire segnalare presenza e impegno sul territorio e manifestare la propria forte presa di posizione nei confronti del problema della violenza di genere.

Siamo orgogliosi di avere nel network Libellula queste realtà virtuose, sensibili al problema della violenza e desiderose di costruire ambienti di lavoro inclusivi, che incoraggino l’empowerment femminile, totalmente privi di stereotipi e discriminazioni.

Non sei sola, recitano le panchine, accanto al numero verde 1522. E nessuna sarà mai più sola se andiamo tutti nella stessa direzione. Le panchine rosse stanno lì, e dicono a tutte le donne che noi ci siamo e che un’alternativa alla violenza è sempre possibile. Il cambiamento è già in atto e ci auguriamo che sia presto intrapreso da tutti.

Categorie

Archivio